Skip to main content


I denti del giudizio: tutto quello che c’è da sapere

Cosa sono i denti del giudizio?

I denti del giudizio, chiamati anche ottavi o terzi molari, sono gli ultimi denti dell’arcata dentaria. Erompono in tarda età, tra i 18 e i 30 anni, e prendono il loro nome dal fatto che la loro comparsa coincide con l’acquisizione del “giudizio”.

Quanti sono i denti del giudizio?

In genere, ci sono quattro denti del giudizio, uno per ogni emiarcata. Tuttavia, il numero può variare: alcune persone ne hanno meno (ipodonzia), altre ne hanno di più (iperdonzia).

Problemi comuni:

  • Posizioni anomale: I denti possono erompere in posizioni scorrette, come storti o completamente inclusi nell’osso.
  • Dolore e gonfiore: L’eruzione dei denti del giudizio può causare dolore, gonfiore e infiammazione gengivale.
  • Carie e ascessi: La posizione difficile da raggiungere dei denti può favorire la formazione di carie e ascessi.
  • Problemi parodontali: I denti possono creare problemi parodontali al molare vicino.

I sintomi sono molto chiari. Iniziano con un lieve dolore alla gengiva che inizia a gonfiarsi a tal punto da schiacciarsela tra i denti. Il gonfiore può aumentare fino a modificare il profilo del volto. Questa sintomatologia può anche essere accompagnata da febbre e mal di testa.

Quando estrarli?

Non tutti i denti del giudizio necessitano di essere estratti. L’estrazione è consigliata in caso di:

  • Denti parzialmente erotti: causano infiammazione gengivale e carie.
  • Denti inclinati: possono danneggiare il penultimo molare.
  • Problemi parodontali: causano infiammazione e danni al molare vicino.
  • Carie: difficili da curare e non necessari.
  • Ascessi ricorrenti: possono avere gravi conseguenze.
  • Ortodonzia: per evitare interferenze con il trattamento.

L’intervento di estrazione:

L’estrazione è un intervento semplice e sicuro, eseguito in anestesia locale. In alcuni casi, se il dente è incluso nell’osso, l’intervento può essere più complesso.

Dolore e post-operatorio:

Dopo l’estrazione, è normale avvertire leggero dolore e gonfiore, che possono essere controllati con antidolorifici e antibiotici. Il gonfiore si riduce in pochi giorni.

E’ doloroso estrarre i denti del giudizio?

L’estrazione è ormai diventato un intervento di routine. Non si sente dolore in quanto viene eseguito in anestesia locale. Oggi le tecniche anestesiologiche sono così evolute che consentono di operare in tutta sicurezza e tranquillità.

Dopo l’estrazione, possono verificarsi leggero gonfiore e dolore, che fanno parte del normale processo di guarigione e che possono essere tenuti sotto controllo con antibiotici e antidolorifici.

Consigli per il post-operatorio:

  • Non sciacquare la bocca per le prime 8-12 ore.
  • Non assumere cibi o bevande calde.
  • Non fumare per 2-3 giorni.
  • Non masticare gomme per una settimana.
  • Evitare l’aspirina.
  • Non spazzolare la zona interessata per una settimana.
  • Dormire con la testa sollevata.
  • Consumare cibi freddi e liquidi.
  • Riposare adeguatamente.

Per maggiori informazioni:

Per una consulenza professionale sui denti del giudizio, è possibile consultare un dentista online.

error: Contenuto protetto da copyright
Chatta con noi
1
Hai bisogno di aiuto?
Scan the code
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?
Se ci contatti da desktop puoi scansione il QR code e scriverci dal tuo smartphone